Cerca

 

 
ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO
DEGLI UFFICI DI SEDE CENTRALE
Dal lunedì al venerdì
dalle 10.00 alle 17.00

Area riservata

login > 

Calendario

 calendario completo > 

Dalle sezioni

  • Campo A.I.B a Bracciano

    Si è da poco concluso il campo estivo che quest'anno ha preso le vesti di campo scuola di protezione civile a...

    Read More ...

  • Giornata mondiale del Pensiero “Laicità e Coeducazione nella proposta Scout in Italia e in Francia”

    il gruppo scout ARICCIA - Roma 14 CNGEI vi invita VENERDI’ 22 FEBBRAIO 2013 alla Giornata mondiale del...

    Read More ...

  • Cent'anni di scautismo. Il grande gioco della vita.

    Convegno Nazionale a cura della sezione di Lecce - Sabato 9 Marzo 2013 ore 17.00.

    Read More ...

 tutte le news > 

Altri eventi
  • E' scout la milionesima vode di Wikipedia in Italiano

    22 gennaio 2013 - L'edizione in lingua italiana di Wikipedia ha oggi raggiunto il milione di voci. E` un...

    Read More ...

  • Un invito dal Belgio

    Gli Scouts e Guides di Belgio vi invitano a partecipare al JamBe 2013 - A world of Imagination -...

    Read More ...

  • Sondaggio Regioni Europee Wosm e Wagggs per Capi e Rover

    Il servizio o volontariato è una delle aree su cui stanno lavorando le Regioni europee di WAGGGS e...

    Read More ...

 tutte le news > 

4-7 Agosto 2014
"One tree, many branches. Questo il motto, che si riflette a pieno nei quasi 200 giovani presenti al 12th World Scout Youth Forum (WSYF) a Rogla, Slovenia. Come un albero, dallo stesso tronco sviluppiamo molteplici idee pur tenendo una stessa direzione: educare i giovani verso una cittadinanza consapevole.
Nelle prime due giornate abbiamo approfondito prima le necessità, i progetti e le nuove sfide delle sei regioni WOSM, poi nello specifico come determinate associazioni hanno risolto problematiche locali.
Society changes scouts, scouts changing society; questo è il filo conduttore delle prime due giornate, una lezione per guardare con coraggio i nuovi ostacoli dati dai cambiamenti sociali."
 
[ La delegazione italiana: Valeria, Roberto, Alessandro e Emanuele ]
 
Ecco le parole della delegazione italiana presente al WSYF: Emanuele Rungi (Velletri) e Valeria Togni (Bergamo) per il CNGEI, Alessandro Mafrica (Reggio Emilia) e Roberta Serrapica (Salerno) per AGESCI.
 
[Foto di gruppo per le delegazioni arabe]
 
[ La delegazione del Suriname ]
 
L'evento permette a giovani rappresentati delle Associazioni Scout di tutto il mondo iscritte a WOSM di incontrarsi, conoscersi e confrontarsi, discutendo di partecipazione giovanile nei processi decisionali, diritti umani, metodo scout.
 
[ Coffee break allo stand italiano ]
 
E, una volta a casa, il compito di riportare idee, spunti, metodi di lavoro differenti dai nostri. One tree, many branches per l'appunto!
 
Nicolò Marchesini
Commissaire International OMMS/WOSM International Commissioner
FIS - Federazione Italiana dello Scautismo
CNGEI - Corpo Nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani
 

Dalla sera di venerdì 6 giugno è stata diffusa la notizia di un "dirigente scout" di Civitavecchia arrestato con l'accusa di reati compiuti nei confronti di minori.
Le immagini associate alla notizia riconducono alle associazioni scout Agesci e Cngei.
La Federazione Italiana dello Scautismo, che comprende le associazioni AGESCI e CNGEI, comunica l'assoluta estraneità dei propri associati ai fatti occorsi.
Esistono molte associazioni che si richiamano ai principi dello scautismo: in Italia l'unica ufficialmente riconosciuta dagli organismi mondiali dello scautismo WOSM e WAGGGS, è la Federazione Italiana dello Scautismo.
Ci preme esprimere piena vicinanza alle ragazze e alle famiglie vittime dei terribili fatti occorsi.
Chi ripone fiducia, non dovrebbe mai vederla tradita.
Disapproviamo con forza chiunque tenti una strumentalizzazione dello scautismo, metodo educativo che si propone di contribuire alla crescita di bambini, ragazzi e giovani come persone significative e responsabili.
A tutela dell'immagine e credibilità delle migliaia di adulti educatori che ogni giorno si spendono volontariamente per lo scautismo, invitiamo tutti gli organi di stampa a rimuovere e a non utilizzare, a corredo delle notizie pubblicate sul caso in questione, immagini in cui vengono ritratti aderenti alle associazioni della Federazione Italiana dello Scautismo (uniforme azzurra e blu AGESCI, uniforme verde e marrone CNGEI).

Unità, armonia, cooperazione, amicizia e pace, valori racchiusi nel tema del prossimo Jamboree in Giappone, hanno fatto da sfondo ai quattro giorni di 4TEK, svoltosi nel bellissimo parco Fenice di Padova, dal 1 al 4 maggio 2014.

Il tutto condito da un preciso messaggio: alla grande! Ovvero… divertirsi alla grande, giocare alla grande, conoscersi alla grande e imparare alla grande… insomma, fare Scoutismo alla grande!!

Circa centotrenta adulti scout sono partiti, direzione Padova, all’alba del 1° maggio, con mille speranze e aspettative, ma anche dubbi e paure…

Tutti pronti a mettersi alla prova, a sperimentarsi nelle tecniche scout più diverse: pionierismo, campismo, animazione e espressione, comunicazione, manualità, topografia e hike!

Il 4TEK è stato un’occasione di fare nuove conoscenze, di rispolverare alcune tecniche o di conoscerne altre.

Ma il 4TEK è stato anche un’occasione per “rallentare”: è vero, se pensiamo agli orari del campo e alla fatica di questi 4 giorni può sembrare una presa in giro… ma in realtà il 4TEK ci ha fatti rallentare, ci ha dato la possibilità di renderci conto che nello scoutismo nulla, assolutamente nulla, è scontato o “pronto all’uso”.

Partecipare a un evento come il 4TEK vuol dire fare una verifica di se stessi, del servizio che svolgiamo in Associazione e per l’Associazione, vuol dire prendere e condividere con gli altri le esperienze e ciò che esse ci hanno insegnato, vuol dire aprirsi il più possibile agli altri, facendo tesoro di tutto quello che ci circonda.

In quattro giorni abbiamo visto di tutto: un fuoco per ogni evenienza, capanne e ripari di emergenza, l’essenzialità scout, fuochi di bivacco strutturati con spazi, tecniche, emozioni e programmazioni perfetti, osservazioni naturalistiche, orienteering, immersioni totali nel “fare strada”, varie tecniche del riuso e del riutilizzo per esprimere emozioni, rappresentare se stessi e pensare agli altri, nodi e legature, torrette, tavoli (costruiti in 30 secondi!), favole&storie raccontate e inventate, bussole e cartine, percorsi rettificati, ecc.

Insomma, abbiamo capito che la tecnica è parte essenziale dell’essere scout!

Sono stati quattro giorni stancanti, pieni di pioggia e sole, pieni di lumache e fango, ma soprattutto pieni di formazione tecnica!

Perché, diciamoci la verità… noi lo scoutismo lo amiamo! E quando si ritorna a casa, stravolti dopo 4 giorni di 4TEK, amiamo quella sensazione di “sono distrutto, ma che belle giornate che ho passato!!”.

Quindi grazie a TUTTI … a fare i nomi si rischia sempre di dimenticare qualcuno e allora, uno per tutti, grazie a Mauro [Calvetti] e grazie a chi ha voluto ridar vita a questo grande evento, grazie a chi ci ha creduto e a chi si è speso per renderlo possibile e infine grazie a chi ha accettato la sfida e giocato il gioco… ci vediamo al prossimo 4TEK!

 

Esploratrici ed Esploratori, se volete partecipare ai campetti di formazione dovete iscrivervi entro il 31 maggio!
I vostri Capi Reparto sanno già tutto: fatevi avanti!