- 31 maggio

CAI e scout CNGEI – Assemblea Nazionale Delegati 2018

CAISi è svolta a Trieste, nei giorni 26 e 27 maggio 2018, l’assemblea nazionale dei delegati del CAI Club Alpino Italiano, oltre mille delegati del CAI si sono riuniti per assumere importanti decisioni e per il rinnovo di un Vicepresidente Generale e di altre cariche centrali.

CAI e Scout CNGEI

CAI, un sodalizio con il quale il CNGEI ha stabilito una partnership fin dal 2009, firmando un comune documento d’intenti.
L’incontro triestino è stata l’occasione per il CAI di fare il bilancio di quanto realizzato e di parlare dei progetti per il futuro.

scout cngei e cai 2018

 

Il CNGEI all’assemblea

Il CNGEI ha portato il suo saluto all’assemblea attraverso l’incaricato nazionale CNGEI referente CAl Graziano Rumer. Nel suo intervento Rumer, tra le altre cose, ha sottolineato i numerosi punti di contatto tra le due realtà associative: ”entrambe le nostre Associazioni lavorano con i giovani e penso li considerino ricchezza fondamentale sia per i nostri scopi statutari ma anche per il nostro futuro.
Il CAI sostiene che gli accompagnatori di alpinismo giovanile devono essere uomini e donne che aiutano in un percorso che è anche di vita, trasformandosi in esempi positivi da imitare nei comportamenti e capaci di coinvolgere.

Il repentino cambiamento delle dinamiche sociali costringe i giovani ad un continuo ri-orientamento e alla ricerca di solidi punti di riferimento. Dobbiamo aiutarli ad affrontare le sfide e a consolidare la fiducia in se stessi . La relazione adulto ragazzo va continuamente rinnovata, adattata e rimodulata in funzione dei repentini cambiamenti del mondo senza perdere di vista i valori fondanti : la convivenza civile, il rispetto per la diversità e l’educazione alla legalità.

Il fondatore dello scautismo Sir Robert Baden-Powell diceva le stesse cose: “ Quello che il capo fa i suoi ragazzi faranno, la forma migliore d’istruzione che può dare un capo è con la forza dell’esempio. È essenziale, per riuscire a dare ai ragazzi la giusta formazione, che egli stesso metta in pratica ciò che predica. I ragazzi imitano, e ciò che esce fuori dal capo, essi lo raccolgono e lo riflettono”.

Graziano Rumer - scout CNGEI - CAI

 

Il ripristino del Sentiero Italia

All’interno dell’ordine del giorno è significativo il progetto prioritaro del CAI, ovvero “il recupero, l’aggiornamento, il ripristino e il rilancio del tracciato del Camminaitalia del 1995″,cioè il Sentiero Italia che, con un percorso di oltre 6100 chilometri, in 368 tappe dovrebbe unire tutto il territorio nazionale, comprese le isole attraverso le Alpi e gli Appennini.
Uno dei punti di partenza è proprio Trieste, mentre l’altro è Santa Teresa di Gallura, in Sardegna.

L’Assemblea dei Delegati 2018 è organizzata dalla XXX Ottobre, Sezione triestina del CAI, all’interno degli eventi per il centenario della sua fondazione.