Gli scout in UCRAINA – Intervista alla Commissaria Internazionale NOSU

Nessuno credeva che sarebbe accaduto davvero. Oltre cento giorni sono ormai passati da quel 23 febbraio, quando le truppe russe hanno varcato i confini dell’Ucraina dando inizio a questa assurda guerra di invasione voluta dal Cremlino. Cento giorni in cui abbiamo appreso la geografia di un Paese, l’Ucraina, al pari del nostro Paese, attraverso un inatteso e paradossale Risiko mediatico, che giorno dopo giorno sta facendo sì che le notizie provenienti dal fronte diventino parte della quotidianità affievolendone la gravità.

Fin da subito i contatti con amici scout dell’Organizzazione Scout Nazionale Ukraina NOSU han permesso di far pervenire direttamente loro messaggi di solidarietà ed offerte di aiuto e di accoglienza. Inoltre, nelle scorse settimane, abbiamo avuto l’opportunità di porre alcune domande sia alla Commissaria Internazionale dell’Organizzazione Ukraina, Olha Dybkaliuk, che ad uno scout, Dmytro, che ci ha concesso anche un suo saluto attraverso la registrazione di un video.

[a cura di Paolo Fiora – Consigliere Nazionale CNGEI]

Ecco l’intervista a Olha Dybkaliuk, Commissaria internazionale dell’Organizzazione Nazionale degli scout dell’Ucraina (NOSU).

Intervista in Italiano

1) Ciao Olha! Ti piacerebbe presentarti? Raccontaci un po’ chi sei, da quale paese/città/villaggio vieni, cosa fai al di fuori degli scout?

Mi chiamo Olha (20), sono la Commissaria internazionale dell’Organizzazione nazionale degli scout dell’Ucraina (NOSU). Vengo dalla capitale dell’Ucraina, Kiev. Sono una studentessa del 4° anno dell’Università Nazionale di Kyiv-Mohyla Academy, e studio Matematica Applicata. Inoltre, sono una giocatrice di basket professionista e un’istruttrice di yoga.

2) L’attività è cambiata dall’inizio della guerra? Se si, come?

È cambiato enormemente. Sono diventata IC solo nell’ottobre 2021 e in quei quattro mesi (fino a febbraio) la mia posizione non richiedeva molto impegno e tempo. Arrivavano circa 4-5 e-mail a settimana, e di solito si trattava solo di inviti a campi, eventi, ecc. Ma dall’inizio della guerra su larga scala, abbiamo ricevuto tonnellate di messaggi di sostegno, offerte di aiuto e varie iniziative e idee letteralmente ogni secondo.
Ero sinceramente scioccata e depressa, quindi incapace di pensare in modo critico. Anche in tempo di pace, le risposte a tutte le e-mail mi prendevano molto tempo, ma qui ci sono voluti “decenni” (anche se dovevo rispondere immediatamente). Dovevo comunque scegliere le parole giuste, trovare la traduzione corretta, ecc. Era incredibilmente complicato quando si sentivano le esplosioni e il rombo dei caccia. Fortunatamente la mia famiglia è riuscita a trasferirsi in un luogo relativamente sicuro, ma è stato comunque insopportabilmente difficile. Partecipavo alle riunioni organizzate dai miei colleghi della regione scout europea, rilasciavo interviste, chiedevo aiuto immediato e azioni specifiche. È stato davvero estenuante e mi ha portato via tutto il tempo. Tuttavia, mi sentivo ispirata perché potevo vedere il mio contributo e i risultati dei miei sforzi. Ora che la prima fase della guerra è finita, le mie responsabilità sono cambiate.

3) E la tua vita in generale è cambiata? Se si, come è cambiato?

Sono stata costretta a lasciare la mia casa e ad abbandonare parzialmente l’università. Non è più possibile giocare nella mia squadra di basket e fare yoga con il mio gruppo. I miei parenti e amici sono rimasti in Ucraina e mi mancano loro e la mia amata Kiev.

4) Stai facendo qualcosa per aiutare la popolazione? Possiamo aiutare in qualche modo dall’Italia?

Gli scout di NOSU che sono rimasti in Ucraina stanno facendo di tutto per garantire una vita stabile ai residenti di diverse città e villaggi del nostro Paese.

Attualmente il NOSU assiste gli sfollati e i volontari civili. Non è facile fornire un sostegno costante alla popolazione ucraina, ma con l’aiuto psicologico e materiale degli scout di tutto il mondo diventa un po’ più facile. I membri che sono andati all’estero fanno volontariato presso i centri locali di assistenza ai rifugiati e organizzano gli aiuti umanitari. Personalmente, sono alla ricerca di partner e donatori che possano aiutarci con attrezzature o denaro e negoziare opportunità per i nostri scout.

Credo sinceramente che i risultati della cooperazione con le organizzazioni scout locali e nazionali aiuteranno i bambini a riprendersi dal trauma psicologico di aver osservato (e in alcuni casi vissuto) le atrocità della guerra. Inoltre, un mese fa l’UNICEF e l’Organizzazione mondiale del movimento scout hanno lanciato un accordo di cooperazione regionale per fornire assistenza e sostegno critico ai bambini e alle famiglie in fuga dalla guerra in Ucraina. Io sono la coordinatrice e la rappresentante di questo progetto in Ucraina.

Ecco cosa potete fare voi e la vostra associazione per aiutarci in questa difficile situazione:

a. Con l’aiuto di WOSM, abbiamo lanciato una campagna sulla piattaforma di donazione Scout per raccogliere fondi per gli aiuti umanitari, che saranno necessari non appena la situazione si sarà calmata.

b. Potete anche donare direttamente sul nostro conto in dollari (USD) in Ucraina. In questo modo il denaro arriverà più velocemente. Ecco le informazioni sul conto:

Banca del beneficiario: AO Raiffeisenbank
Beneficiario: ORGANIZZAZIONE PUBBLICA DELLA GIOVENTÙ UCRAINA ORGANIZZAZIONE NAZIONALE DEGLI SCOUT DELL’UCRAINA (NOSU)
Codice EDRPOU: 36272885
NUMERO DI CONTO/IBAN: UA98 3808 0500 0000 0026 0087 6775 2
Valuta del conto: USD

c. Abbiamo anche firmato un accordo con One Stop Scouting Ltd, per cui ora sono in vendita i foulard nazionali ufficiali degli scout dell’Ucraina. L’intero ricavato sarà devoluto a NOSU per sostenere i nostri sforzi di soccorso umanitario, ora e in futuro. Potete ordinare qualsiasi quantità per voi o per tutto il vostro gruppo scout e scegliere l’importo della donazione sul loro sito web.

d. Se voi o il vostro gruppo/ONG potete fornire aiuti umanitari all’Ucraina, chiedeteci (international@ukrscout.org) l’elenco dei bisogni preparato da NOSU. Dopo due mesi di guerra totale, le scorte mediche, i servizi igienici e le forniture di base sono più che mai necessarie.

e. Anche se la guerra cessasse oggi e i rifugiati sfollati tornassero a casa, lo shock di questo conflitto richiederà molto tempo per guarire. Poiché un sesto dei territori ucraini è minato, i gruppi scout NOSU non potranno organizzare alcuna attività estiva in Ucraina. Se ne avete l’opportunità, aiutate i giovani scout ucraini a guarire dal trauma psicologico ed emotivo e invitate i membri NOSU a partecipare ai vostri eventi locali e/o nazionali a condizioni favorevoli. Se volete farlo, contattateci direttamente: international@ukrscout.org .

5) C’è qualcosa che vorresti dirci o dirci in particolare?

Il vostro sostegno è particolarmente sentito ora, dopo oltre 70 giorni di continue ostilità nel nostro Paese. Apprezziamo molto la vostra preoccupazione e la forte condanna degli eventi che stanno accadendo in Ucraina. Vorremmo riconoscere in particolare l’impegno dei volontari che ci aiutano costantemente in Ucraina e all’estero, nonostante l’esaurimento e la stanchezza. Siamo sinceramente grati alla comunità internazionale per il suo costante contributo al nostro obiettivo comune: riportare la pace nel nostro mondo. Vi ringraziamo per averci inviato non solo aiuti umanitari, ma anche e-mail di sostegno, cartoline e disegni dei lupetti.

Con grande gioia vediamo i vostri tag nei post e nelle storie, leggiamo le vostre parole di sostegno e osserviamo la varietà di azioni che intraprendete per aiutare la nazione ucraina. Per favore, continuate a farlo! Solo con il vostro aiuto possiamo creare un domani migliore e lavorare allo sviluppo dello scoutismo in Ucraina.

Siamo incredibilmente grati a tutti! A coloro che continuano a sostenerci ogni giorno! Ogni scout ucraino sente ora più che mai di far parte di una grande famiglia scout mondiale! Siamo incredibilmente grati a tutti! A coloro che continuano a sostenerci ogni giorno! Ogni scout ucraino sente ora più che mai di far parte di una grande famiglia scout mondiale!

Ecco un’altra intervista a Olha.


English Interview

1) Hello! Would you like to introduce yourself? Tell us a bit about who you are, what town/city/village you’re from, what you do outside the Scouts?

My name is Olha (20), I’m the International Commissioner of the National Organization of the Scouts of Ukraine. I’m from the capital of Ukraine, Kyiv. I’m the 4th year student of the National University of Kyiv-Mohyla Academy, studying Applied Mathematics. Besides, I’m a professional basketball player and yoga instructor.

2) Has the activity changed since the beginning of the war? If yes, how?

It has changed enormously. I became the IC only in October 2021, and during those four months (until February), my position didn’t require much effort and time. There were around 4-5 emails per week, and usually, these were only invitations to some camps, events, etc. But since the beginning of the full-scale war, we have been receiving tons of different messages of support, offers of help, and various initiatives and ideas literally every second. 

I was genuinely shocked and depressed, therefore unable to think critically. Even in peacetime, the answers to all the emails took me a long time, but here it took decades (although I had to respond immediately). I still had to choose the right words, find the correct translation, etc. It was incredibly complicated when you heard explosions and the roar of fighters. Fortunately, my family was able to move to a relatively safe place, but it was yet unbearably hard. I was attending meetings that my colleagues from the European Scout region initiated, giving interviews, asking for immediate help and specific actions. It was truly exhausting and took all of my time. Nonetheless, I felt inspired since I could see my contribution and the results of my efforts. Now that the first phase of the war is over, my responsibilities have changed.

3) And has your life in general changed? If yes, how did it changed?

I was forced to leave my home and partially quit the university. It’s not possible anymore to play on my basketball team and do yoga with my group. My relatives and friends have stayed in Ukraine, and I miss them and my lovely Kyiv.

4) Are you doing anything to help the population? Can we help in any way from Italy?

NOSU Scouts who remained in Ukraine are now doing everything to ensure the stable life of residents of different cities and villages of our country.

NOSU currently assists internally displaced persons and civilian volunteers. It is not easy to provide constant support to the people of Ukraine, but with the mental and material help of Scouts around the world it becomes a little easier. Those members who have gone abroad actively volunteer at local refugee assistance centers and arrange for humanitarian aid. Personally, I am looking for partners and donors who could help us with either equipment or money and negotiate opportunities for our Scouts. I sincerely believe that the results of cooperation with local and national Scout organizations will help kids recover from the psychological trauma of observing (and in some cases experiencing) the atrocities of the war. Also, one month ago UNICEF and the World Organization of the Scout Movement launched a regional cooperation agreement to provide critical care and support to children and families fleeing the war in Ukraine. I am a coordinator and representative of this project in Ukraine. 

Here is what you and your NSO can do to help us in this challenging situation:
a) With the help of WOSM, we launched a Scout Donation Platform campaign to raise funds for humanitarian help, which will be needed as soon as the situation calms down. 

b) You can also donate directly to our USD account in Ukraine. This way the money will reach faster. Here is the account information:

Beneficiary’s bank: AO Raiffeisenbank
Beneficiary: ALL-UKRAINIAN YOUTH PUBLIC ORGANIZATION NATIONAL ORGANIZATION OF THE SCOUTS OF UKRAINE (NOSU)
EDRPOU code: 36272885
ACCOUNT NUMBER/IBAN: UA98 3808 0500 0000 0026 0087 6775 2
Account Currency: USD

c) We have also signed an agreement with One Stop Scouting Ltd, where we now have official Ukrainian National Scout scarves on sale. The full profits will be donated to NOSU to support our humanitarian relief efforts now and in the future. You can order any quantity for you or your whole Scout group and choose the donation amount on their website.

d. If you or your group/NSO can provide humanitarian aid to Ukraine, please ask us (international@ukrscout.org) about the list of needs prepared by NOSU. After two months of the full-scale war, medical stocks, sanitation and basic supplies are as needed as ever.

e. Even if the war stops today and the displaced refugees return home, the shock of this conflict will take a long time to heal. Since one-sixth of the Ukrainian territories is mined, NOSU Scout groups will not be able to organize any summer activities in Ukraine. If you have an opportunity, please help young Scouts of Ukraine heal from psychological and emotional trauma and invite NOSU members to participate in your local and/or national events on favorable terms. If you would like to do so, please get in touch with us directly: international@ukrscout.org

5) Is there anything you would like to tell us or tell us in particular?

Your support is particularly felt now – after more than 70 days of continuous hostilities in our country. We truly appreciate your concern and strong condemnation of the events happening in Ukraine. We would especially like to acknowledge the efforts of volunteers who are constantly helping us in Ukraine and abroad, despite the exhaustion and burnout. We are sincerely grateful to the international community for your constant contribution to our common goal: bringing peace back to our world. Thank you for sending us not only humanitarian aid, but also your supportive emails, postcards and cub scout drawings. 

With great joy, we see your tags in the posts and stories, read your words of support, and observe the variety of actions you take to help the Ukrainian nation. Please keep doing this! Only with your help can we create a better tomorrow and work on the development of Scouting in Ukraine. 

We are incredibly thankful to one and all! To those who continue supporting us every day! Every Ukrainian Scout feels now more than ever that they are part of a big world Scout family!

Contact:

Olha Dybkaliuk

Commissaria Internazionale NOSU

e-mail: international@ukrscout.org

Intervista a cura di Paolo Fiora e Lamberto Diust

Summary