- 01 Marzo

Le Mestruazioni non devono limitare le nostre opzioni: ecco “Freedom Kit Bag”

Nirmala, ragazza scout del Nepal, è cresciuta in una famiglia conservatrice in un villaggio del Nepal. Qui racconta la sua storia.

Vita familiare in Nepal

Vengo da una famiglia in cui ad una ragazza non è permesso andare in cucina, pregare Dio o annaffiare le piante durante le mestruazioni. Questo è normale nella mia comunità, quindi ogni volta che chiedevo informazioni sulle restrizioni dovute alle mestruazioni, le giustificazioni che mi venivano date non soddisfacevano mai il mio bisogno di risposte.

Non potevo accettare delle regole così ferree, ma non ho mai avuto l’occasione per non rispettarle. Ho dovuto seguire le linee guida di comportamento come ogni altra ragazza e donna della comunità. Ho cercato più volte di nascondere il ciclo e la dismenorrea (dolore dovuto alle mestruazioni) quando ero adolescente, ma sapevo che non era una vera soluzione al problema.

Molte donne considerano “un peccato” toccare le piante della comunità, prendere il cibo dalla cucina o entrare nel tempio durante le mestruazioni. Credono che se la ragazza con le mestruazioni compie uno di questi atti un membro della sua famiglia si ammalerà o subirà una disgrazia. La credenza nei miti è così forte e radicata in profondità che sembrava impossibile dar voce al proprio disaccordo.

Guidismo

Dopo aver terminato la scuola ho frequentato un paio di attività di formazione sui diritti delle donne che hanno accresciuto la mia fiducia. Free Being Me e Stop The Violence hanno ampliato la mia conoscenza e mi hanno incoraggiata ad iniziare una conversazione sulle mestruazioni, condividendo i modi migliori per mantenere l’igiene delle donne durante questo periodo. I miei genitori ora mi permettono di vivere una vita normale durante il ciclo mestruale. Ho anche iniziato a parlare di educazione sessuale che era un tabù nella comunità.

Freedom Kit Bag

Ho scoperto la Freedom Kit Bag nel 2017 da un medico del Regno Unito. La Freedom Kit Bag è una casa di produzione che produce abbigliamento sanitario ecologico, sostenibile e igienico fatto in casa che consente a una donna di gestire il suo ciclo mensile e di rimanere pulita e confortevole, migliorando la sua salute.

Cosa c’è all’interno del KIT? All’interno del Kit ci sono 12 assorbenti di stoffa spessa, lavabili e riutilizzabili; 3 porta assorbenti che si adattano comodamente alla biancheria intima; sacchetti impermeabili per riporre gli assorbenti usati e una piccola borsa per il sapone.

Quando ho usato il Kit per la prima volta, mi sono sentita molto a mio agio. Ero libera dalle tensioni che stavo sopportando dall’inizio delle mestruazioni. Ho risparmiato i soldi che spendevo per comprare gli assorbenti monouso e in questo modo ho anche aiutato a preservare l’ambiente. Volevo condividere questa scoperta con le mie compagne scout, le mie amiche e le altre donne della comunità. Quindi, ho regalato loro 50 borse contenenti un Kit della Libertà che ho ricevuto dal medico su mia richiesta.

Durante questa esperienza ho invitato le persone a correggere i loro pregiudizi sulle mestruazioni. Ho ricevuto commenti calorosi sulle mie presentazioni e sulle borse con i Kit, così ho iniziato a crearne altre da condividere con coloro che erano curiosi di sperimentare la libertà. Tuttavia, non avevo molti soldi da spendere e stavo dunque cercando un modo per finanziare quest’idea. Poi sono venuta a conoscenza del progetto 3L (Less energy, Less cost, Less impact= Meno energia, Meno costo, Meno impatto ambientale) di WAGGGS da una leader scout, Prerana Shakya. Solo allora ho imparato ad utilizzare la comunicazione tramite e-mail. Non avevo grandi aspettative, ma sorprendentemente la mia proposta è stata selezionata e ho ricevuto fondi da WAGGGS.

20 donne brillanti provenienti da diverse aree sono state coinvolte nel progetto 3L. Abbiamo prodotto insieme borse con i Kit, che abbiamo introdotto nelle comunità più ampie. Nel frattempo, stavamo istruendo le donne sull’igiene mestruale. Ma parlare di mestruazioni ed evitare restrizioni durante questo periodo è stata una sfida enorme contro norme e valori sociali profondamente radicati. Ci siamo imbattute in molte storie dolorose di giovani donne.

Necessità di continuare

Il progetto 3L è stato un programma di successo. Ha liberato molte ragazze e donne dalle superstizioni mestruali. Molte giovani leader scout hanno mostrato la volontà di mantenere accesa la discussione.
Una volta superata la mancanza di risorse, la ragazza che esplora e guida la fiamma del cambiamento e della libertà continuerà ad illuminare il cammino verso un futuro più luminoso.

Traduzione di Camilla Carolo

Articolo Originale: https://www.wagggs.org/en/blog/menstruation-shouldnt-restrict-our-options/