- 16 Aprile

City Nature Challenge 2019 – Il CNGEI al servizio della scienza

Scout Italiani CNGEI al servizio della scienza con City Nature Challenge 2019

Il CNGEI è una delle poche Associazioni educative che ha aderito alla City Nature Challenge 2019, che si svolgerà nelle giornate dal 26 al 29 aprile.
Le nostre unità ma, anche singolarmente i nostri soci, potranno diventare dei veri “scienziati cittadini ” usando i propri telefoni cellulari.

 

Che cos’è City Nature Challenge?

La City Nature Challenge è stata inventata dal personale citizen science del Museo di Storia Naturale della Contea di Los Angeles (Lila Higgins) e dell’ Accademia delle Scienze della California (Alison Young).
Si tratta di una competizione internazionale tra le persone nel trovare e documentare le piante e la fauna selvatica nelle città di tutto il mondo. Una competizione in stile Bio-Blitz, in cui le città sono in gara una contro l’altra con l’obiettivo di registrare il maggior numero di osservazioni naturalistiche su flora e fauna selvatica, coinvolgendo il maggior numero di persone

Utilizzando una piattaforma informatica che consente di caricare immagini geolocalizzate (iNaturalist o Natusfera) milioni di persone nel mondo nello stesso giorno assumono il ruolo di cittadini scienziati, esplorano l’ambiente naturale del proprio territorio e “caricano” i risultati delle proprie ricerche su una delle piattaforme disponibili.

Si tratta di una iniziativa di citizen science che stimola la partecipazione dei cittadini, di qualsiasi età, alla conoscenza dell’ambiente che li circonda collaborando con esperti ambientalisti e naturalisti operando efficacemente da tre punti di vista: quello della partecipazione attiva, della conoscenza e della sensibilizzazione.

Grazie alla iniziativa di un gruppo di volontari italiani, che hanno assunto il ruolo di coordinatori in Italia, la City Nature Challenge 2019 ha quest’anno un Cluster Italiano, per cui le città italiane aderenti partecipano in modo coordinato dal punto di vista della comunicazione e della condivisione di esperienze.

La City Nature Challenge è anche una competizione ?

Si, taluni Comuni italiani hanno aderito alla manifestazione come: Ostuni, Trinitapoli, Napoli, Trento, Catania, Lecce, Taranto.

In questo caso le nostre unità potranno anche unirsi ai referenti locali per organizzare le escursioni fotografiche. La città che avrà caricato più foto risulterà quella vincente.

Nella prima settimana di maggio 2019 tutte le immagini caricate dagli “scienziati cittadini” verranno analizzate dai veri scienziati al fine della catalogazione e successivo fonte di studio.

Come si partecipa alla City Nature Challenge?

Si utilizza lo smartphone scaricando l’applicazione “Natusfera” (Android, Itunes), successivamente dopo aver creato un proprio account si può iniziare a scattare le foto. Nelle città in cui è presente la sfida si può accedere alla gara, altrimenti si può operare personalmente.

 Perché l’adesione a City Nature Challenge?

Abbiamo creduto fin da subito a questa iniziativa consapevoli che l’ambiente è il complesso insieme dei rapporti che intercorrono tra mondo della natura e mondo creato dall’uomo. Questi rapporti fanno sì che i due mondi si influenzino e si modifichino reciprocamente. Come    Non per ultimo tale servizio di cooperazione rientra in un progetto di partecipazione attiva nella società.

Confidiamo nell’interessamento dei nostri soci e unità convinti che questa nostra pima partecipazione all’evento sia propedeutica per creare “rete” con altre realtà associative per un rafforzamento alle edizioni future.

Graziano Rumer, Consigliere Nazionale, Referente del Progetto